Descrizione

Missione ed evangelizzazione nel NT. Dire la salvezza. L’impatto comunicativo di alcune metafore soteriologiche nelle lettere di Paolo

Obiettivi

L’evangelo di Paolo – è noto – consiste essenzialmente nell’annuncio fondamentale della morte e risurrezione di Cristo, il cui contenuto salvifico viene spesso espresso attraverso l’uso di metafore di diversa natura che successivamente sono diventate parte integrante del linguaggio soteriologico cristiano. Si tratta di «metafore di liberazione, giustificazione, adozione, espiazione, redenzione, novità di vita, riconciliazione ecc. Vi sono molte e differenti metafore» (J. Barclay), provenienti da ambiti di vita differenziati (sociale, giuridico, famigliare, cultuale…).

Il corso si propone di approfondire l’uso di queste metafore nelle lettere proto-paoline, indagandone non solo il contesto di provenienza (alla luce della ricerca attuale sul background sociale e culturale del primo cristianesimo) ma anche la portata comunicativa e retorica in ordine all’annuncio del vangelo.

Programma

1. La metafora come espressione letteraria e come meccanismo cognitivo: caratteristiche e classificazioni della metafora; funzione cognitiva della metafora (Lakoff – Johnson); elementi utili per definire l’impatto comunicativo della metafora (contesto comunicativo, sfondo, somiglianza, impertinenze semantiche, limiti); processo di lessicalizzazione della metafora (Ricoeur).

2. Sfondo socio-culturale della missione paolina e della formazione delle sue comunità: caratteristiche del giudaismo della diaspora del I secolo; ambiente urbano e strutture sociali nell’impero romano.

3. Quadro complessivo della soteriologia paolina: soteriologia paolina o soteriologia delle lettere di Paolo? Modelli statici o in evoluzione? Contenuto essenziale, metafore, cornice narrativa e forma della salvezza secondo Paolo.

4. Studio delle principali metafore soteriologiche. Per ciascuna metafora verrà delineato lo sfondo (conoscenze condivise, esperienze quotidiane, istituzioni sociali, campi semantici abituali) e il contesto comunicativo costruito da almeno un testo principale di riferimento. Si tenterà poi di valutarne gli aspetti semantici e l’impatto pragmatico, tenendo conto dei limiti imposti dalla metafora stessa.

    • Giustificazione (1Cor 6,11; Rm 3,21-26);
    • Redenzione e libertà (1Cor 6,20; 7,23; Rm 8,19-23; Gal 3,13-14; 5,1.13);
    • Espiazione (Rm 3,25);
    • Riconciliazione (2Cor 5,18-20; Rm 5,1.10);
    • Partecipazione (syn-) alla morte e risurrezione di Cristo (Gal 2,19-21; Rm 6,1-11);
    • Rivestirsi di Cristo (Gal 3,27);
    • Figliolanza e adozione (Rm 8,14-17; Gal 4,1-7);
    • Matrimonio (Rm 7,1-4);
    • Inabitazione dello Spirito (Rm 5,5; 1Cor 6,19);
    • Lo Spirito come caparra (2Cor 1,22; 5,5);
    • Gloria ed onore (Rm 5,1-4).

5. Sintesi e conclusioni. Al termine dell’analisi delle metafore si tenterà di operare una classificazione e di individuarne le relazioni reciproche. Infine, passando dalla prospettiva dei lettori del I secolo a quelli di oggi, ci chiederemo quali provocazioni possibili possiamo trarre per l’annuncio dell’evangelo?

Avvertenze

Per il corso si utilizzerà il testo del Nuovo Testamento nella versione italiana della CEI del 2008. È fondamentale che ogni studente ne abbia una copia. Solo quando necessario si farà riferimento al testo greco. Non verrà fornita una dispensa e nemmeno un manuale, ma il docente (oltre a fornire slides di sintesi) indicherà per ogni lezione le pagine di riferimento nei diversi contributi (in italiano e – solo se necessario – in inglese) aiutando gli studenti a reperirli, se non presenti in biblioteca.

Docente

Mirko MONTAGUTI

Bibliografia

Barbaglio G., La prima lettera ai Corinzi. Introduzione, versione, commento (Scritti delle Origini Cristiane), EDB, Bologna 1996; Barclay J.M.G., «Grazia e salvezza in Galati e Romani», in Epistolario paolino: Lettera ai Galati e ai Romani. Seminario per gli studiosi di Sacra Scrittura, Roma 23-27 gennaio, e-biblicum, Roma 2017, 31-52; Breytenbach C., «Salvation of the Reconciled (With a Note on the Background of Paul’s Metaphor of Reconciliation)», in Van Der Watt J.G. (a cura di), Salvation in the New Testament. Perspectives on Soteriology (Supplements to Novum Testamentum), Brill, Leiden-Boston (MA) 2005, 271-286; Buscemi A.M., Lettera ai Galati. Commentario esegetico (Analecta), Franciscan printing press, Jerusalem 2004; Id., San Paolo. Vita, opera, messaggio (Analecta), Edizioni Terra Santa-Franciscan Printing Press, Jerusalem-Milano 22008; Dunn J.D.G., La teologia dell’apostolo Paolo (Introduzione allo Studio della Bibbia. Supplementi), Paideia, Brescia 1999; Granados Rojas J.M., La teología de la reconciliación en las cartas de san Pablo (Estudios Biblicos), Editorial Verbo Divino, Estella 2016; Harrison J.R., Paul's Language of Grace in its Graeco-Roman Context (Wissenschaftliche Untersuchungen zum Neuen Testament), Mohr Siebeck, Tübingen 2003; Lakoff G. – Johnson M., Metaphors We Live By, The University of Chicago Press, Chicago 1980; Lewis R.B., Paul’s «Spirit of Adoption» in its Roman Imperial Context (Library of New Testament Studies), T&T Clark, London-New York 2016; Pereira Delgato Á., «Sintassi della salvezza in Rm 5,1-11», in Epistolario paolino: Lettera ai Galati e ai Romani. Seminario per gli studiosi di Sacra Scrittura, Roma 23-27 gennaio, e-biblicum, Roma 2017, 281-311; Pitta A., Giustificati per grazia. La giustificazione nelle lettere di Paolo (BTC), Queriniana, Brescia 22023; Id., L'evangelo di Paolo. Introduzione alle lettere autoriali (Graphé), Elledici, Torino 2013; Penna R., Lettera ai Romani. Introduzione, versione, commento (Scritti delle Origini Cristiane), EDB, Bologna 2010; Pulcinelli G., La morte di Gesù come espiazione. La concezione paolina (Studi sulla Bibbia e il suo ambiente), San Paolo, Cinisello Balsamo 2007; Ricoeur P., La metafora viva. Dalla retorica alla poetica: per un linguaggio di rivelazione (Di fronte ed attraverso), Jaca Book, Milano 1981; Thrall M., Seconda Lettera ai Corinzi (Commentario Paideia NT), 2 voll., Paideia, Brescia 2007-2009; Du Toit A.B., «Soteriological Forensic Metaphors in Romans and their Soteriological Significance», in Van Der Watt J.G. (a cura di), Salvation in the New Testament. Perspectives on Soteriology (Supplements to Novum Testamentum), Brill, Leiden-Boston (MA) 2005, 213-246; Tolmie D.F., «Salvation As Redemption: The Use of “Redemption” Metaphors in Pauline Literature», in Van Der Watt J.G. (a cura di), Salvation in the New Testament. Perspectives on Soteriology (Supplements to Novum Testamentum), Brill, Leiden-Boston (MA) 2005, 247-269.